Il free press per il tuo tempo libero

Musei Capitolini: completato il restauro della Sala degli Orazi e Curiazi

Dopo l’intervento di restauro torna al suo massimo splendore la Sala degli Orazi e dei Curiazi che potrà essere nuovamente ammirata nella sua bellezza ed eleganza. I lavori hanno riguardato, in particolare, la fascia superiore delle pareti interne dove si trovano gli affreschi di Giuseppe Cesari, detto il Cavalier d’Arpino e il soffitto ligneo cassettonato, realizzato nel 1884 in sostituzione di quello cinquecentesco.

Il ciclo degli affreschi illustra alcuni noti episodi storici narrati da Tito Livio e resi come una serie di arazzi divisi da festoni di frutta e fiori, trofei d’armi e vasi. L’affresco che dà il nome alla Sala raffigura il combattimento tra gli Orazi e i Curiazi, episodio della guerra di Roma contro la vicina città di Albalonga, che si concluse con un duello tra i tre fratelli Orazi, vittoriosi, che rappresentavano Roma e i tre Curiazi per Albalonga.

Nei lati corti della Sala, collocata nel piano nobile del Palazzo dei Conservatori, vi sono due magnifiche statue onorarie di Papi: l’una, in marmo, scolpita da Gian Lorenzo Bernini tra il 1635 e il 1640, raffigura Urbano VIII Barberini (1623-1644); l’altra, realizzata in bronzo tra il 1645 e il 1650 in onore di Innocenzo X Pamphilj (1644-1655), è opera dello scultore bolognese Alessandro Algardi.

Musei Capitolini – piazza del Campidoglio, 1. Tel. 06 0608  |  www.museicapitolini.org      

Check in Rome - un' iniziativa di Markonet in collaborazione con Aeroporti di Roma e Codacons | direttore: Stefano Zerbi