Il free press per il tuo tempo libero

I 13 OBELISCHI STORICI DI ROMA

Nessuna città al mondo ha tanti obelischi come Roma. Durante l’Impero Romano, dopo la conquista dell’Egitto nel 31 a.C. da parte di Augusto, ogni imperatore cercò onore ed immortalità portandone uno a Roma, integro, per adornare un suo monumento. Domiziano fu il più attivo.

Il più grande è quello che sta in Piazza San Giovanni in Laterano, seguito da quello in Piazza Montecitorio. Il più piccolo sta in Piazza della Minerva. Dopo la caduta dell’Impero gli obelischi caddero nel dimenticatoio. Dobbiamo sopratutto ai papi Sisto V, Innocenzo X , Pio VI e Alessandro VII se ritornarono in auge per adornare di nuovo piazze appena ristrutturate.

  1.  Obelisco di Piazza San Pietro: alto 25,5 metri e portato a Roma da Caligola, è l’unico obelisco antico di Roma che non sia mai caduto. Fu collocato al centro della Piazza nel 1586
  2. Obelisco di Piazza dell’Esquilino: alto 14,75 metri, pare sia stato realizzato da Domiziano. Ricollocato di fronte all’abside di Santa Maria Maggiore nel 1587
  3. Obelisco di Piazza San Giovanni in Laterano: ha un’altezza di 32,18 metri. Portato a Roma dall’imperatore Costanzo II nel 357 venne eretto nel Circo Massimo. Fu collocato nella Piazza omonima nel 1588
  4. Obelisco di Piazza del Popolo: alto 25,90 metri, venne portato a Roma nel 10 da Augusto ed eretto nel Circo Massimo. Fu spostato nella Piazza nel 1589
  5. Obelisco di Piazza Navona: collocato dal Bernini al centro della Fontana dei Quattro Fiumi nel1651, è alto 16,53 metri. Realizzato da Domiziano venne montato prima ad Albano e poi nel Circo di Massenzio
  6. Obelisco di Piazza del Quirinale: realizzato insieme a quello dell’Esquilino, è alto 14,63 metri; venne montato nella Fontana dei Dioscuri nel 1786. Venne ritrovato nelle fondazioni dell’Ospedale di San Rocco a Ripetta
  7. Obelisco di Piazza Trinità dei Monti: alto 13,91 metri e costruito a Roma, proviene dagli Horti Sallustiani. Oggi sovrasta la scalinata che sale da Piazza di Spagna dove fu collocato nel 1789
  8. Obelisco di Piazza Montecitorio: alto 21,79 metri, arrivò a Roma con Augusto da Eliopoli, insieme all’obelisco di Piazza del Popolo. Dall’orologio di Augusto in Campo Marzio, dove funzionava come gnomone, fu eretto nella Piazza nel 1792
  9. Obelisco di Piazza della Minerva: arrivò a Roma con l’Obelisco del Pantheon e quello di Dogali grazie a Domiziano; alto meno di 6 metri è il più piccolo e fu montato sul dorso di un elefante su progetto del Bernini nel 1667
  10. Obelisco del Pantheon (piazza della Rotonda): alto 6,34 metri, si trovava nel tempio dedicato a Iside insieme all’obelisco di Piazza della Minerva e quello di Dogali. Nel 1711 venne montato sulla Fontana di Giacomo Della Porta
  11. Obelisco di Villa Celimontana: frammentario (originale è solo la metà superiore), risalente all’epoca del faraone Ramsete II. Fu ricomposto nel parco della Villa nel 1820
  12. Obelisco del Pincio: alto 9,24 metri, fu realizzato da Adriano in onore di Antinoo direttamente in Egitto. Eliogabalo lo portò nel Circo Variano; nel 1822 fu montato nei giardini del Pincio
  13. Obelisco delle Terme di Diocleziano (di Dogali): alto 9,24 metri, portato a Roma con l’Obelisco del Pantheon e quello della Minerva, venne rialzato nel 1887 prima davanti la Stazione Termini, per commemorare i caduti della battaglia di Dogali in Eritrea, poi, nel 1925, nei giardini delle Terme di Diocleziano

Check in Rome - un' iniziativa di Markonet in collaborazione con Aeroporti di Roma e Codacons | direttore: Stefano Zerbi